sabato 27 ottobre 2007

giovedì 25 ottobre 2007

Before Ragnarock - Il Crepuscolo degli Dei



Soundtrack: "Cantata Mundi" - Adiemus
Lettura d'accompagnamento : "Il castello d'acciaio"

KAMANDI RETURNS

Quanto mi piacerebbe vedere ancora le avventure di Kamandi & Co disegnate dal King.
Cosa sarebbe successo se Jack Kirby avesse continuato la saga dell'ultimo ragazzo sulla Terra?
Io , nel mio piccolo, mi sono divertito a disegnare queste pseudo-covers .
Qui ci sono 4 delle oltre 40 ipotetiche avventure che mai verrano realizzate.!...o forse no?!




Le cinque tavole di Giulio



Giulio Antonio Gualtieri è uno sceneggiatore che ho conosciuto tramite l'editore Nicola Pesce, con una storia molto ben articolata e carica di humor, anche se il soggetto non si presenta così allegro: "Homo Homini Lupus", un racconto che ci sta a pennello se pubblicato in questo preciso periodo, e cioè Halloween.
L'atro racconto di cui io vi voglio parlare , sempre di Giulio, tratta di leggende nascoste negli angoli bui dei ghetti ebrei dell'est europeo.
Il periodo storico è quello tristemente noto dei rastrellamenti nazisti del 1944 e la vicenda si snoda all'interno del ghetto di Praga.
Dal momento in cui ho letto la storia è partita la ricerca di documentazione, soprattutto nelle biblioteche ben fornite (devo dire che è la parte che mi piace di più quando devo stendere una storia a fumetti).
Lo spazio a mia disposizione erano 5 tavole, e in questo spazio ho voluto trasportare sia l'atmosfera claustrofobica trasmessami dal racconto, sia la precisa collocazione storica in chiave grafica, usando una superfice ruvida e difficile da lavorare e usando materiali, quali il pastello e il gessetto , al fine di rendere al meglio una carica emotiva e un senso di oppressione latente.
Il racconto breve dà sempre una prova di capacità di sintesi ed è una delle cose a cui io maggiormente cerco di fare emergere nel mio stile.
Giulio questo volta me ne ha dato la possibilità.
Ecco qui 2 delle 5 tavole previste.

mercoledì 24 ottobre 2007

Jack Kirby, la biografia


Era prevista per fine anno ma è stata spostata la pubblicazione per Febbraio 2008 (salvo nuove complicazioni) la prima grande biografia su Jack Kirby , scritta da Mark Evanier, suo collaboratore per anni , assieme all'amico Steve Sherman, entrambi ormai affermati uomini dell'editoria statunitense e non solo.
Californiani d'origine, Mark e Steve cominciarono la loro "avventura" nei comics, ancora prima di conoscere Kirby personalmente, formando un fanclub che avrebbe dato origine ad una delle prime fanzine ,"Marvelmania", sul finire degli anni '60.
La fanzine, che come ricorda il nome, era incentrata sull'universo Marvel, durò pochi numeri e si avvalse dell'aiuto di molti disegnatori allora in forze alla Casa delle Idee. Quando poi Jack Kirby si trasferì con la famiglia da New York alla California, per i due si aprirono delle opportunità senza pari.
Kirby , che passò dalla Marvel alla DC nel 1970, diede vita al Quarto Mondo (Orion, I Nuovi Dei, M.Miracle e Forever People) utilizzando a volte anche alcune idee dei due collaboratori, riconosciute da Jack nei credits degli albi.
Le loro strade si divisero quando Kirby passò all'animazione negli studi Hanna & Barbera e poi quelli di Ruby & Spear.
Steve Sherman , oltre ai fumetti, approdò come sceneggiatore nel mondo televisivo, mentre Evanier continuò anch'esso con i comics sia come sceneggiatore che come critico.
Mark continua tutt'oggi, ad ogni edizione del S.Diego comidon, ad aprire al pubblico un forum dedicato a Jack Kirby, ricordato tra l'altro da grandi nomi quali Stan Lee, Romita, Sal Buscema , Mike Royer.
Più volte sollecitata da parte di amici e conoscenti della famiglia Kirby, Evanier ha sempre promesso di scrivere una biografia ragionata e accurata , essendo stato uno dei pochi che ha avuto la fortuna di conoscerlo così a fondo.

lunedì 22 ottobre 2007

Giorni d'assedio per Alessio Landi



Una produzione targata Landi - Pavan sta venendo alla luce in questi mesi con il titolo "Giorni d'assedio", storia che si svolge durante un ipotetico G8 , dentro ad una ipotetica città e che è vista da chi l'evento lo vive nel mezzo .
La sceneggiatura è di Alessio Landi, autore tra le altre cose , anche della storia del "Runner" sul primo volume di MONSTARS di Pesce Ed., racconto che reputo straordinario per la sua capacità di sintesi. Un applauso anche ad Elia Bonetti che ha reso il racconto alquanto cinetico.
Ma torniamo a "Giorni d'assedio".
Matita grassa ( dalla B3 alla B7) su cartoncino Canson grigio topo, con leccate di bianco sulle figure date sia con acrilico ad acqua, sia con gessetto e sia con una matita bianca molto ma molto grassa che generalmente si adopera su superfici non cartacee (vetro, plastica , ferro).
Ecco 2 delle 48 pagine previste.

venerdì 12 ottobre 2007

Space Off: Caronte





Ecco la nuova space opera firmata ai testi da Giacomo Tagliaferri, in arte Jack, le matite naturalmente sono le mie mentre le chine sono dei bravissimi Tommy (Campanini) e Gigi (Baldassini).


Non sono bravi? Detto da uno che odia inkinare le proprie matite, questi due ragazzi mi hanno fatto letteralmente impazzire... di gioia , si intende!

giovedì 11 ottobre 2007

Faust vs Calavera


Il buon Enrico Teodorani mi invita a disegnare per una prossima rivista americana una Pin-up

tra Faust e Calavera , quest'ultimo personaggio dello stesso Enrico.

Io mi sono divertito , apportando la mi solita matrice kirbiana.

Risultato: giudicate voi.